SFOGLIA UN REPORT GRATIS DELLA MIA TESI, CLICCA SUL LATO DESTRO

giovedì 2 luglio 2015

LAVORI A MEZZANA, DAVVERO NECESSARI?



Se siete della val di Sole o passate per questa zona, avrete sicuramente notato lo sfacelo a Mezzana. Prima è stata costruita una bretellina che porta a Marilleva, poi la strada pedonale che era stata distrutta (porta al fiume Noce), è stata chiusa la strada per Marilleva proveniendo dal primo bivio (arrivando da Pellizzano) e si sta realizzando il tracciato per la ferrovia Trento-Marilleva.

Per quanto riguarda la bretellina, quest'opera, parlando a livello ambientale, ha distrutto una delle poche zone del paese non ancora toccate, togliendo molto al paesaggio, con un cavalcavia gigantesco e una strada che taglia i prati. Solitamente si cerca di togliere il traffico dai paesi, ma avendo chiuso il bivio per Marilleva, tutti coloro che dalla val di Peio, Vermiglio in giù dovranno recarsi a Marilleva dovranno attraversare tutto il paese fino alla bretellina, con un carico di traffico impressionante. In questi giorni si sta lavorando anche per la strada verso il fiume, che anche ad occhio è sbilanciata e difficile da percorrere, in salita, specialmente per le persone anziane, in più il muro che la divide dalla strada dove scorrono le auto è in alcuni punti troppo alto.

L'idea di far continuare il trenino oltre Marilleva 900 ha portato ad uno sfacelo ambientale. I boschi non esistono più e sono scomparsi per sempre luoghi cari alla popolazione. Ci si domanda se per pochi metri fosse necessario arrivare a tanto.

Se non l'avete ancora fatto, passate a Mezzana e ve ne farete un'idea. In tempi in cui si parla di tutela ambientale…

(Nella foto la strada pedonale prima della sistemazione)

Nessun commento:

Posta un commento