SFOGLIA UN REPORT GRATIS DELLA MIA TESI, CLICCA SUL LATO DESTRO

giovedì 26 luglio 2018

ORRIDO DI PONTE ALTO-TRENTO







L'Orrido di Ponte Alto, riaperto al pubblico circa 10 mesi fa a Cognola (Trento) è un luogo da vedere per le sue caratteristiche ambientali, storiche ed ingegneristiche.
Per rallentare la corsa del torrente Fersina che nasce dal lago di Erdemolo nell'Ottocento dopo diversi tentativi falliti con dighe in legno, fatti anche secoli prima, fu realizzato un sistema simile a dighe in modo che l'acqua, scorrendo, rimepisse questa sorta di sbarramenti con sassi e fango e passasse sopra la "diga" formando una cascata.
L'Orrido di Ponte Alto permette di vedere 2 di queste cascate derivate dallo sbarramento, ma ve ne sono 5 in totale.
Adottando questa soluzione ingegneristica, tra il 1882 e il 1884, si riuscì a rallentare il torrente Fersina e dare sicurezza alla città di Trento che in passato era stata duramente colpita proprio dal Fersina.
C'è di più: grazie alla costruzione che oggi si può in parte vedere all'Orrido, come detto terminata nel 1884 e grazie all'interessamento del sindaco di Trento di allora, Paolo Oss Mazzurana che si recò a New York per approfondire tematiche legate all'energia, Trento fu la prima città in Europa a poter vantare l'illuminazione pubblica. 

Se volete visitarlo
ORRIDO PONTE ALTO

Foto di Mirko Rizzi, l'ultima è la cascata vista da dietro, infatti nell'ultima parte della visita sarete proprio dietro la cascata. Una bellissima esperienza per visitare il canyon e scoprirne la storia. 

Nessun commento:

Posta un commento